giochi di narrazione sul web

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

1 Dicembre, mattino, fuori dal centro commerciale
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> L'Alba dei Morti Viventi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 28/09/2006 23:04    Oggetto: 1 Dicembre, mattino, fuori dal centro commerciale Rispondi citando

La grande tangenziale che portava verso la periferia della città era completamente sgombra, e non aveva nulla in comune con il caos delle strade cittadine che Leon e Don si erano appena lasciati alle spalle.
I due uomini avevano appena cominciato a rilassarsi quando il rumore delle pale di un elicottero attirò la loro attenzione. Don indicò l'elicottero gridando eccitato: «Eccone un altro! Dobbiamo essere vicini!»
Seguì con il braccio il velivolo che li sorvolava dirigendosi verso la zona commerciale alla loro sinistra, mentre Leon fu invece costretto a soffermare la sua attenzione sulla strada davanti a sé, che era bloccata da una colonna interminabile di veicoli spenti e privi di passeggeri.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 29/09/2006 00:05    Oggetto: Rispondi citando

«Resta in macchina!!!» Intimò Leon a Don.
La macchina si arrestò e dopo un rapido sguardo attorno aprì la portiera e scese. Con una mano sventolava un giubetto blue scuro e con l'altra suonava il clacson per farsi scorgere dal pilota.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 02/10/2006 16:17    Oggetto: Rispondi citando

Rick aveva appena notato il bel tetto largo e piatto di un centro commerciale, quando scorse con la coda dell'occhio qualcosa di strano sulla strada non lontano dall'ingresso della tangenziale.
Virò lievemente in quella direzione: si trattava di un uomo, di fianco ad una macchina ferma che stava sventolando una giacca... probabilmente, a giudicare dalla posizione di un braccio, stava anche suonando il clacson, ma Rick non poteva sentirlo... Diede un rapido sguardo alla lancetta del carburante, e dopo un attimo di esitazione, si portò sopra il veicolo, fermando l'elicottero in volo stazionario.
Estrasse la pistola, per precauzione, quindi lasciò la cabina di pilotaggio e aprì il portello laterale.
Venne investito da un vento che sembrava volerlo buttare a terra, mentre il rumore assordante delle pale lo rendeva quasi completamente sordo.
Il sapore di benzina gli invadeva la bocca e alcune gocce tiepide lo investivano dall'alto... doveva fare in fretta!
«Riesce a sentirmi?» Urlò «le lancio la scaletta, ma deve fare in fretta; devo atterrare al centro commerciale per una riparazione!»

PS: scusate l'attesa, nel week end ero sotto studio e non ho guardato la posta Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 03/10/2006 16:06    Oggetto: Rispondi citando

Leon gridò con quanto fiato avesse in gola INTIMANDO A Don di scendere dal veicolo: «FAI PARTE DEI SOCCORSI???» chiese itnimando a Don di salire a bordo. Senza atrendere una risposta disse: «CERCHERO' DI PORTARE LA MACCHINA VICINO AL CENTRO COMEMRCIALE...POI SALIRO' A BORDO!!!»

[...]

ooc: se non ci sono problemi continuo così

Leon salì nuovamente sull'autò e sgommò verso il retro del centro comemrciale. Sperava che quei mostri non se la prendessero con la sua macchina. La mise sotto una grondaia che partiva dal tetto dell'edificio e arrivava fin quasi al suolo. Scese chiuse la macchina e corse verso l'elicottero.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 03/10/2006 21:30    Oggetto: Rispondi citando

Rick, vedendo un altro uomo scendere dalla macchina ed aggrapparsi alla scaletta, scattò verso il sedile di pilotaggio e bilanciò il mezzo in modo da non farlo muovere, sbilanciato com'era da quel peso a mezz'aria... Quando il primo dei due si issò a bordo, urlò per sovrastare il rumore «dica al suo amico di fare in fretta»
Don, ancora gattoni sul pavimento di metallo, gridò di rimando «sta portando la macchina al centro commerciale, per sicurezza»
Rick non disse nulla, seguì con lo sguardo la direzione dell'auto e, visto che il centro commerciale sarebbe stata comunque la sua meta, si avviò lentamente nella stessa direzione, con la scaletta che dondolava al vento, pronta a recuperare anche il secondo passeggero.
Top
Profilo Invia messaggio privato
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 03/10/2006 23:37    Oggetto: Rispondi citando

Leon si affrettò a raggiungere la scaletta e si issò sul velivolo. Era già sato parecchie volte su uno di quei cosi. A bordo ritrasse la scaletta e si mise al posto del copilota.
«Dove sono gli altri soccorritori» Chiese ansimando per riprendere fiato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 08/10/2006 11:52    Oggetto: Rispondi citando

«Cosa?» fu l'unica risposta che Rick fu in grado di dare prima di tornare a concentrarsi sulla manovra di atterraggio.

L'interno dell'elicottero era in disordine. L'armadietto delle armi era aperto e lo sportello era stato spalancato dagli scossoni quando i due uomini erano saliti a bordo. Conteneva quattro fucili d'assalto, uno dei quali aveva il caricatore inserito.
Alcune tracce di sangue fresco sporcavano il pavimento della cabina e il sedile del secondo pilota.

In meno di un minuto l'elicottero aveva raggiunto una zona adatta all'atterraggio sul tetto del Wonderful World Mega Mall. Le pale spazzarono via la polvere e sparsero piccole gocce di carburante sul tetto di cemento mentre l'elicottero si abbassava e, finalmente, toccava terra. Il motore si spense, le pale si fermarono lentamente e i passeggeri poterono scendere a terra.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 08/10/2006 13:52    Oggetto: Rispondi citando

Leon guardandosi attorno temeva di aver compreso fin troppo bene cosa significasse quella risposta. «I soccorsi...i soccorsi annunciati dalla tv...»Poi senza attendere risposta domandò guardando l'interno del velivolo: «cosa è successo quì sopra?»
La voce flebile e quasi priva di vita.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 09/10/2006 00:03    Oggetto: Rispondi citando

Dopo essere sceso dall'elicottero, Don si guardò attorno con aria spaesata per qualche istante. Poi si girò verso Rick e gli chiese:
«Già, cos'è successo dentro all'elicottero? Dove sono i soccorsi? e perché ci fermiamo qui? non dovremmo andare in un campo di prima accoglienza o qualcosa del genere?»
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 09/10/2006 16:00    Oggetto: Rispondi citando

Rick si alzò dal sedile, si guardò intorno rapidamente, quindi mosse gli occhi sui due uomini, che evidentemente si aspettavano una risposta.
«No, non sono dei soccorsi. A quanto ne so, qualunque cosa sia successa non è ancora stato stabilito un piano di evacuazione... mi sono dovuto fermare qui per verificare l'entità di un danno... io e il mio copilota...» per un attimo la sua voce si fece incerta, e istintivamente il suo sguardo corse ai fucili « io e il mio copilota... siamo stati aggrediti da uno di quei... malati, se possiamo dire così... sembra una specie di epidemia, o qualcosa del genere... anche all'ospedale era tutto sottosopra... proverò a contattare la mia base, ma per lo meno ora siamo al sicuro, e l'elicottero ha la radio... in città la situazione com'è?»
Top
Profilo Invia messaggio privato
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 09/10/2006 16:46    Oggetto: Rispondi citando

«Peggiore di quanto non sembra essere quì» disse a bassa voce sospirando. «Sembra che l'epidemia abbia colpito tutta la città e alla tv affermano che la situazione si ugualmente grave anche in altre città vicine...ma probabilmente qualche superstite barricato nelle proprie case ci sarà...si guarda bene dal farsi vedere per le strade». Anche il suo occhio corse ai fucili.
Prendendo forza continuò: «Cmq il mio nome è Leon Sullivan! Ex Marines ora in congedo permanente...Ho dedicato la mia vita all'esercito...e sembra che ora mi deluda nuovamente...» Concluse con un filo di voce. Poi la sua mano corse ad un fucile...lo prese...lo soppesò e infine, imbracciandolo, ne testò il bilanciamento e il sistema di puntamento lasciando capire che se ne intendeva. «Hai altri caricatori?»

OOC: Che fucili sono? m16? m45-i?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 09/10/2006 17:02    Oggetto: Rispondi citando

Per una frazione di secondo, Rick sentì l'impulso di strappargli il fucile di mano, dopotutto si trattava di equipaggiamento dell'esercito... poi guardando verso la strada deserta, con un sospiro ne estrasse uno a sua volta, prese un caricatore e lo porse a Leon: «Mi chiamo Rick. Immagino tu sappia usarlo quello» disse indicando l'arma con un cenno della testa.
«Potremmo dare una rapida occhiata all'interno del centro commerciale, nel caso ci siano altri superstiti, quindi proverò a riparare il danno e a mettermi in contatto con la base o qualsiasi struttura di soccorso si trovi nei paraggi... vedrà che l'esercito non tarderà molto ad isolare la città e recuperare i superstiti. Probabilmente ci toccherà un periodo di quarantena, ma non credo che l'infezione sia un pericolo per noi... credo si trasmetta per contatto...» Mentalmente formò l'immagine del mostro che aveva morso Colin a sostegno della sua affermazione, ma non lascò trasparire nessuna emozione, se non per un lampo di tristezza negli occhi.
Quindi si rivolse a Don: «Forse è meglio che lei rimanga qui per ora... si sieda alla radio, chiuda il portello e se dovesse sentire qualche messaggio, comunichi la nostra posizione, venga, le spiego rapidamente come funziona la radio»

OOC: i fucili sono degli M-4 Colt Commando (5.56mm) ^^ Dovrebbero essere una dotazione abbastanza comune per l'esercito.
Top
Profilo Invia messaggio privato
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 09/10/2006 20:02    Oggetto: Rispondi citando

OOC: prima che Rick si rivolga a Don

Leon fece un cenno col capo: «A confronto di ciò che sono stato abituato ad usare questo è uno stuzzicadenti» Disse con un sorrisetto. Non voleva apparire un montato, ma la frase gli uscì spontanea ricordando la sua vita nei Ghost Soldier.
Con un saltello scese dall'elicottero guardandosi attorno e assicurandosi che l'area fosse sgombra...La sua attenzione si rivlse immediatamente all'ingresso che dava sul terrazzo per costatare che la porta fosse effettivamente integra e chiusa.

Quando Rick ebbe finito di spiegare il funzionamento della radio a Don disse: «Siamo pronti? Hai un'altra ricetrasmittente per me nel caso fossimo costretti a separarci per tenerci in contatto?»
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 09/10/2006 20:16    Oggetto: Rispondi citando

Rick soppesò con lo sguardo Leon, mentre un sorrisetto si fece strada sul suo viso... aveva avuto modo di conoscere molti marines, e anche se a dire il vero non tutti gli erano proprio piaciuti, l'efficenza e i modi decisi erano, in questo momento, quanto bastava a renderglielo simpatico.
Estrasse due piccole radio multifrequenza da una tasca di stoffa fissata nella carlinga, e ne porse una a Leon «Non hanno una grande portata, all'aperto qualche kilometro, al chiuso, meno di otto-novecento metri. Mettila sul canale 3, in questo modo dovrebbe sentirci anche lui dall'elicottero»
Quindi imbracciò il fucile, e dopo uno sguardo d'intesa corse verso la porta di metallo, appoggiandosi alla parete di fianco alla maniglia aspettando che Leon l'aprisse.

(OOC se la porta non dovesse essere chiusa, modifico il post ^_^)
Top
Profilo Invia messaggio privato
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 09/10/2006 21:16    Oggetto: Rispondi citando

L'ex soldato provò di lato alla porta dalla parte dei perni a girare la maniglia senza aprire ancora la porta.

OOC: se è chiusa come credo agisco in modo diverso altriemtni
Lentamente con la pistola in pungo e il fucile dietro la schiena sorretto dalla cinghia aprì la porta. Gradualmente la pistola si spostava comprendo tutto lo specchio visibile che man mano si ampliava finchè non la spalancò completamente rimanendo sempre dietro al muro e lasciando che fosse Rick a trovarsi di fronte col fucile spianato.
La pistola in quel caso era più comoda e manegevole dato lo spazio ristretto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> L'Alba dei Morti Viventi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi