giochi di narrazione sul web

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

1 Dicembre, sera, ufficio controllo
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> L'Alba dei Morti Viventi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 27/01/2007 23:26    Oggetto: 1 Dicembre, sera, ufficio controllo Rispondi citando

Gender stava scrivendo una e-mail per avvertire di non sottovalutare il pericolo del contagio e per rassicurare sulla sua, almeno per ora, vitalità. L'avrebbe mandata alle due sorelle, sia a quella che viveva in California praticamente a fianco dei genitori, sia a quella che faceva la pediatra in Arizona. E una al vecchio Jeff su alla stazione, ammesso che qualcuno accendesse il computer. «Tu hai qualcuno a cui scrivere?» chiese a Rick premendo il tasto Invio.
(ev. Rick)
Ascoltò la risposta annuendo poi tentò una ricerca, informando Rick delle informazioni sul morbo che andava cercando : come si propagava, cosa infettava e in che tempi; ed anche se avevano idea di cosa attirasse quei demoni, se il calore, l'odore o che altro. Insomma qualunque cosa non fosse il rimpallo e la titubanza a cui assisteva in tv.
Abbandonò un momento il monitor e si voltò a guardare l'elicotterista.
«Probabilmente sono troppo scossa, ma volevo sapere se anche tu come me pensi che la situazione sia scappata di mano e si stia rischiando grosso. Non so se è l'inizio della fine del mondo, e sinceramente non lo credo..però senti, tieni pronto l' elicottero nel caso in cui Fort Monroe degenerasse, sempre che non ci sia già pericolo.»
Tirò fiato : « Non ti posso nascondere che mi sia passata per la mente l'isola di cui è proprietario un vecchio amico di mio padre. È un piccolo paradiso al largo dell'Honduras. Tante volte mi ci ha invitato ad andare.. però prima vorrei saperne di più, magari il mio è allarmismo o non vorrei invece fossimo già contagiati » disse le ultime parole con un filo di voce, tornando ad abbassare gli occhi sulla tastiera.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 28/01/2007 23:02    Oggetto: Rispondi citando

Rick rimase un attimo come a considerare quanto detto da Gender, quindi in tono molto serio rispose: «L'idea dell'isola potrebbe non essere affatto male, a patto di conoscere le cause della diffusione del contagio... in ogni caso riuscire a togliersi da questo "assedio" è quanto meno fondamentale.»
Rimase un secondo come in sospeso decidendo se proseguire, poi aggiunse:«Ho solo un timore, che ancora non ho espresso agli altri: forse abbiamo poco carburante; non ho avuto modo di controllare, ma il buco era più grande di quanto pensassi e potrebbe essere necessaria una sortita per recuperarne altro...»
Sospirò come se si fosse liberato di un peso prima di continuare: «non so se sia la fine del mondo, o una malattia scientificamente comprensibile. Fino ad ora siamo riusciti a crearci una sorta di scudo mentale cercando di essere attivi e conservando la speranza. Credo sia proprio questo che dobbiamo continuare a fare... potremmo anche non sopravvivere, o sopravviere per vedere un nuovo mondo -magari migliore- ma per quanto complicata possa essere la situazione, dobbiamo bastare a noi stessi, nella speranza che una soluzione prima o poi riusciremo a trovarla. Per ora il nostro mondo è tutto qui, non importa se fuori non esiste più la "società" e le nostre abitudini... affrontiamo i problemi uno alla volta, ridimensionamoli alle questioni pratiche e lasciamo da parte la paura. In questo momento è il peggiore dei nostri nemici...»
Parlò quasi tutto di un fiato, il suo tono era protettivo ma anche ispirato e per tutto il tempo aveva tenuto gli occhi fissi in quelli di Gender... solo alla fine distolse lo sguardo, come imbarazzato da questo sfogo che -a suo parare- aveva esposto una parte molto intima di sè.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 09/02/2007 01:15    Oggetto: Rispondi citando

Ricambiò con intesa lo sguardo di Rick, che vide preoccupato, ma coraggioso e leale. Due doti che le scaldarono il cuore.
Ma la serietà del discorso la rese ancora più impegnata nella ricerca: valutò la schermata di siti che aveva davanti con l'abilità di chi è solita cercare informazioni. Entrò in una decina che richiuse quasi subito: c'era chi approfittava di questa emergenza per farsi pubblicità rilanciando solo le ovvietà dell'Ansa. Tre la attirarono per un tempo un poco più lungo: «Un paio di questi nomi li conosco, sono famosi biologi. Ma a quanto pare tirano ancora a caso..c'è chi ipotizza sia una forma di rabbia » commentò a Rick « E c'è anche chi, immancabile, parla di extraterrestri».
Scuotendo la testa raggiunse un paio di forum che consceva bene: erano medici, scienziati od altri ricercatori che dicevano la loro.
« Terrestre o no, questa cosa agisce comunque su di noi e bisogna sapere come! Qui parlano tutti di trasmissione col morso...» rimase in silenzio il tempo di leggere meglio una notizia, poi riprese leggendo all'elicotterista di un paio di medici legali che, pur appartenendo ad ospedali separati, segnalavano entrambi un "risveglio" di cadaveri, sicuramente cadaveri visto che avevano subito autopsia e a volte l'asportazione di organi. E morti per cause svariate, non collegabili al morso dei "cosi".
Gender continuò a leggere i diversi forum senza fiatare.
Più di una volta le capitò la segnalazione di un sito: alla fine decise di andare a vedere.
Sullo schermo scuro sventolava una bandiera americana: in primo piano un pugno in un guanto di ferro incrociava la lama di un coltello da marines.
Nella prima pagina diverse notizie più o meno razziste, più o meno minacciose, venivano incorniciate da ricami in filo spinato.
Un link di un sito che faceva grande svendita di fucili da caccia lampeggiava sopra la notizia centrale: ECCO COSA SONO
Gender chiamò Rick sentendo la gola che si seccava, poi puntò il mouse sulla freccina che faceva partire il filmato.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 12/02/2007 14:08    Oggetto: Rispondi citando

Rick si appoggiò con una mano sul tavolo, e sporse la testa per portarsi il più vicino al monitor. Alle prime immagini serrò la mascella e indurì lo sguardo, ma rimase in silenzio. Nell'intimità della sua mente pensieri e preoccupazioni si inseguivano senza sosta, e fu lieto di essere in compagnia di Gender... in qualche modo sentiva che il peso di quell'orrore era più sostenibile se condiviso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 13/02/2007 02:32    Oggetto: Rispondi citando

Le prime immagini a scorrere sul monitor del computer furono quelle di un montaggio di scene prese da varie dirette televisive che mostravano giornalisti e poliziotti assaliti da mostri affamati di carne umana.
Dopo circa un minuto, la musica rock di sottofondo lasciò il passo ad un motivetto patriottico e una semplice dissolvenza spostò la scena ad un campo di addestramento in una radura circondata da boschi e montagne.
In primo piano un uomo di mezza età, abbronzato, in tuta mimetica cominciò il suo comizio:
«Quello che sta succedendo in queste ore è appena l'inizio. Per anni vi hanno fatto credere di essere al sicuro nelle vostre case, nelle vostre città. Tra poche settimane le città saranno solo un ricordo, una pietra tombale sulla cosiddetta civiltà. Ma per quelli che come noi hanno diffidato, che si sono preparati in tutti questi anni ad affrontare ogni tipo di emergenza, tutto questo sarà solo un disturbo transitorio. Quello che vi mostreremo è una guida pratica che ci auspichiamo sarà utile a tutte le comunità di sopravvissuti sparse per il paese.»
La telecamerà si spostò a inquadrare uno spiazzo in cui si trovavano alcuni individui dall'aspetto piuttosto malridotto incatenati per il collo.
La voce dell'uomo proseguì a descrivere la scena:
«Non importa quanti colpi siate disposti a sprecare, questi mostri non hanno organi interni funzionanti, sono solo carne morta. Colpiteli al petto o all'addome e non sortirete alcun effetto.» Alcuni uomini procedettero alla dimostrazione scaricando sulle cavie decine di colpi. «Se questi cosi non fossero incatenati vi sarebbero già addosso!»
«Ora, un colpo al gomito può, con un po' di fortuna, impedire a uno di questi mostri di afferrarvi.» Seguì la dimostrazione. «...E certo un colpo di grosso calibro al ginocchio può atterrarlo...» L'uomo fece un cenno e un colpo quasi staccò la gamba a uno dei mostri. «Ma il fatto è che per quanto siano ridotti male, questi figli di puttana continueranno ad attaccarvi, fossero anche costretti a strisciare.»
«L'unica semplice soluzione per il problema è un buon vecchio colpo alla testa: basta un solo colpo ben assestato e...» Tutte le cavie vennero abbattute con un singolo colpo.
«Il gioco è fatto.»
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 13/02/2007 23:01    Oggetto: Rispondi citando

Solo il silenzio riempì la sala per qualche secondo. L'ultimo fotogramma, con i mostri penzolanti e finalmente uccisi, riempiva il riquadro dello schermo.
Gender provò nausea e non era certa in che percentuale fosse per i mostri mangia -carne e quanta per quelli ancora respiranti. Lei era abituata a vedere animali malati, quindi a considerare qualunque apparente orrore per prima cosa come un'essere. E non era mai stata favorevole a qualunque maltrattamento, per quanto a fini cosiddetti scientifici.
« Cerchiamo di far fruttare 'sta roba...» comunicò con un sospiro, e chiamò gli altri due con l'interfono. Non ebbe il coraggio di guardare Rick negli occhi.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 16/02/2007 00:34    Oggetto: Rispondi citando

La voce di Gender risuonò negli altoparlanti rompendo per qualche istante la quiete dei negozi deserti.
Poi il silenzio tornò a impossessarsi del centro commerciale.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 16/02/2007 03:04    Oggetto: Rispondi citando

Attendendo l'arrivo degli altri due compagni, Gender buttò un' occhiata al pannello dei monitor. «Senti» si rivolse a Rick «vorrei vedere com'è là fuori... e magari provare a vedere cosa li attira, può essere importante saperlo». Iniziò ad armeggiare coi comandi della consolle: « Se è il calore ad attirarli, saranno come falene vicino ai lampioni...altrimenti chissà che diavolo è... l'odore..o magari l'anima..» e con una smorfia aprì il contatto di una delle telecamere esterne.
Andy a te la parola...
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 16/02/2007 23:56    Oggetto: Rispondi citando

Quando Leon udì la chiamata di Gender si sbrigò a prendere le ultime cose e le mise in un carrello prorpio come se stesse facendo una normale spesa. Aveva preso 4 asce da pompiere e 4 falci per spezzare le spighe di grano. Aveva preso anche un'ascia di quelle per spaccare la legna....e non aveva potuto resistere alla motosega....prese anche una corda di 15 metri per qualsiasi evenienza.

Entrò nella sala controllo esclamando: «Ecco la spesa...Non so se ci torneranno utili ma averli vicino e non doverli usare è meglio che correre il rischio di averne bisogno poi e doverseli andare a prendere...»

NDG: ovviamente se mi accetti la lista
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 18/02/2007 17:55    Oggetto: Rispondi citando

«Allora avete scoperto qualcosa di nuovo su...?»
Don interruppe la frase a metà quando sul monitor della sicurezza comparvero le immagini del parcheggio esterno.

Tutto intorno a loro c'erano diverse centinaia di quegli esseri. Sembravano muoversi a caso, come disorientati, e non si accalcavano in nessun luogo particolare. Tuttavia, tutti e quattro gli spettatori ebbero l'impressione che preferissero muoversi nelle vicinanze del Wonderful World Mega Mall.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 18/02/2007 20:06    Oggetto: Rispondi citando

Leon attese impassibile davanti allo schermo per qualche istante: «Rick probabilmente sono attratti da qualcosa all'interno...che ne dici se ci dividiamo...tu vai a controllare sul tetto e vedi se da lassu riesci a vedere qualcosa di particolare nel parcheggio esterno...io vado all'entrata e controllo che non ci sia nessuno...»
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 19/02/2007 14:18    Oggetto: Rispondi citando

«Andate pure a controllare..ma io credo che siano attratti..da noi!» c'era un chè di disperazione nella voce di Gender, ma cercò di controllarsi. Pensò infatti a quanta sensibilità avessero se li potevano sentire anche se all'interno dell'edificio o a quanta disperata avidità: con queste caratteristiche e quella cieca infaticabilità che vedeva nei loro movimenti, non c'era davvero da stare allegri.
«Sono veramente tantissimi, troppi da abbattere uno ad uno per le autorità...ragazzi c'è da scappare.. in attesa che trovino una tossina che li fermi» concluse così con aria abbacchiata ma con tono di sentenza. La realtà che avevano davanti era peggio di qualunque incubo.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 23/02/2007 17:46    Oggetto: Rispondi citando

Solo ora Rick si rese di conto di essersi completamente estraniato.
«Cosa?» chiese disorientato a Gender, conscio solo di essere stato interrogato su qualcosa... non aveva ascoltato nessuno dei loro discorsi, assorto com'era nei suoi pensieri. Il video lo aveva scosso e non capiva perchè. Avevano ricevuto un'informazione vitale sul punto debole del "nemico", tuttavia quelle immagini gli erano parse il parto di una mente malata, a partire dall'assurdità di quelle "creature".
Mentre lentamente riguadagnava lucidità, cercava di riordinare i propri pensieri a formare quella che definiva la sua "scaletta delle priorità" e, non senza un vago senso di nausea, pose in cima alla lista il dover informare anche Leon e Don del possibile problema di rifornimento. Sospirò, prendendo tempo ed aspettando la risposta di Gender.

EDIT: opssss Embarassed avevo scritto Zaffira anzichè Gender Razz


L'ultima modifica di Dashie il 26/02/2007 20:48, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 24/02/2007 10:33    Oggetto: Rispondi citando

«Penso che solo una sostanza letale per loro ma non per noi possa fermarli» ripetè con calma indicando i monitor delle telecamere esterne «Forse una neurotossina..qualcosa capace di bruciare i collegamenti nervosi..comunque hanno olfatto fine e molta determinazione» si fermò un momento a riflettere sulle immagini «Più che altro sembrano automi famelici» aggiunse, poi rimase in silenzio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 24/02/2007 13:44    Oggetto: Rispondi citando

Leon«So come agisce il governo....daranno qualche giorno al massimo agli scienziati per trovare una soluzione dopodichè interverranno militarmente in massa. E stavolta però non mi sento di biasimarli....ogni ora che passa migliaia di persone in tutto il mondo vengono contagiate...Anzi...io penserei ad andarmene da questa città il prima possibile...potrebbero anche considerare quasta piccola città come evaquata e le possibili vittime come vittime colalterali...»
Si voltò verso Rick: «credo sia il caso che dici tutto quello che devi dire. Ti ho visto preoccupato prima....Che succede? »
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> L'Alba dei Morti Viventi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi