giochi di narrazione sul web

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

3 Dicembre, mattino, sul tetto dell'ospedale
Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo
 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> L'Alba dei Morti Viventi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 27/05/2007 17:44    Oggetto: 3 Dicembre, mattino, sul tetto dell'ospedale Rispondi citando

Il mattino era volato in un lampo tra la colazione, le ultime preparazioni per il decollo e la tensione che non li aveva lasciati finché l'elicottero non si era finalmente staccato da terra.
Il sole illuminava ormai chiaramente la città: un'altra limpida mattinata invernale. In pochi minuti furono in vista dell'ospedale.
Sul piatto tetto di cemento diverse figure vagavano senza una meta precisa. Sembrava impossibile che non avessero sentito il frastuono delle pale dell'elicottero, eppure sembravano ignorarlo completamete.

OOC: se volete fare riflessioni o riepilogare cosa avete fatto nella mattinata, fatelo ora, che tra poco comicerà l'azione.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 31/05/2007 13:29    Oggetto: Rispondi citando

Quando la porta della terrazzza del centro commerciale si era richiusa dietro di loro, si era sentita come nuda.
Spogliata non solo di una protezione ma anche liberata da quell'aria stantia, che odorava di ricordi e sentimenti pesanti.
Aveva tenuto lei la chiave d'accesso a quella scatolona delle meraviglie,e l'aveva riposta con cura in una tasca della camicia chiusa con zip.
Si sa mai dovessero tornare, come naufraghi o come procacciatori.
Ma ora quelle presenze lì sotto, non certo amichevoli, erano il primo ostacolo. Accidenti, poteva pensare a portare qualche bomba artigianale.
Chiese ai ragazzi che intenzioni avessero al proposito.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 31/05/2007 14:33    Oggetto: Rispondi citando

Leon stava seduto al posto del copilota assorto nei suoi pensieri. Attese che fosse Rick a rispondere a Gender per primo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 04/06/2007 20:52    Oggetto: Rispondi citando

Rick era intento ad armeggiare con leve interruttori e pulsanti, mentre diverse luci da rosse diventavano verdi... e una sola, arancione, lampeggiava minacciosa.
«Siamo pronti... ora scendiamo» rispose a Gender, forse non aveva capito la domanda, oppure, impegnato com'era, non aveva ascoltato attentamente.
Ma non appena ebbe finito di controllare i comandi, fermò l'elicottero a mezz'aria, quindi si volse a Leon con aria seria: «ti posso dare due minuti qui per aria, fà del tuo peggio... io farò altrettanto. E che nessuno tocchi i comandi mi raccomando! Gender, tieni d'occhio quella spia che lampeggia, se dovesse lampeggiare più velocemente o diventare fissa, chiamami di corsa, capito?» mentre parlava si era alzato dal sedile per protarsi davanti ad uno dei portelli laterali. Si legò quindi una cinghia alla vita e imbracciò un fucile invitando Leon ad imitarlo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 04/06/2007 22:48    Oggetto: Rispondi citando

Gender non ebbe nemmeno il tempo di pensare a una qualsivolgia replica. Rimase ghiacciata a guardare la spia quasi ne fosse ipnotizzata: in realtà non voleva vedere cosa stava succedendo là fuori e meno ancora voleva rendersi conto di essere sospesa a mezz'aria legata ai capricci luminosi di una spia del carburante e senza un pilota ai comandi.
Pregò che facessero in fretta, per il bene di tutti.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 04/06/2007 23:09    Oggetto: Rispondi citando

Leon sorrise malignamente alle parole di Rick e si affrettò a raggiungere l'altro portellone imbracciando il suo fucile. Colpi precisi con piccole raffiche. Un ginocchio sul pavimetno d'acciaio e l'altro piegato per offrire la maggiore stabilità possibile. Ad ogni piccola raffica il busto indietreggiava un pochino come ad accompagnare ed assecondare il fucile e non a costrignerlo....

Cercò tuttavia di individuare qualsiasi cosa ci fosse di utile sul terrazzo.

NDG: Anderson attendo che sia tu a dirmi quanti ne uccido e se ci sono cose particolari di sotto Very Happy


L'ultima modifica di laerte il 05/06/2007 16:23, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 05/06/2007 15:55    Oggetto: Rispondi citando

Anche Rick , seppur con minor precisione, faceva la sua parte. Raffiche brevi e ben mirate, votandosi verso Gender di tanto in tanto... «finito il caricatore sarà meglio atterrare» pensò tra se e se.

OOC: aspetto notizie dal master poi informerò Leon del prossimo sbarco (ed eventuale assalto ravvicinato dei non-superstiti)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 07/06/2007 23:48    Oggetto: Rispondi citando

Solo dopo che l'elicottero si fu fermato sopra le loro teste i mostri si accorsero dei quattro passeggeri e cominciarono ad avanzare lentamente verso di loro, incuranti delle armi.
Le raffiche dei fucili iniziarono a falciare le figure più vicine al velivolo. I colpi al torace o agli arti sembravano non avere effetto, ma ogni volta che uno di loro veniva colpito alla testa cadeva a terra immobile.
Leon era il più efficace: difficilmente mancava il bersaglio ad una distanza così ravvicinata e una o due raffiche gli erano sufficienti per abbatterne uno. In meno di un minuto contò cinque centri.
Al contrario, alcune delle raffiche di Rick andarono a vuoto rimbalzando sul tetto di cemento, cosa resa ancora più preoccupante dalla presenza della pompa del carburante, protetta soltanto da una gabbia di rete metallica chiusa da un lucchetto. Riuscì comunque ad abbatterne altri tre.
Sotto all'elicottero rimanevano solo cadaveri immobili col cranio fracassato dai proiettili, ma altri individui cominciarono a sbucare da una grande porta spalancata che dava su un corridoio.
Nonostante il viso fosse tumefatto, Rick riconobbe chiaramente in mezzo al gruppo quello che una volta era stato Colin, il suo copilota.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 08/06/2007 00:34    Oggetto: Rispondi citando

«Rick devo chiudere quella porta» Disse a Gran voce Leon per sovrastare l'assordante rumore del rotore cessando di sparare. «Portami sopra quel gabiotto con l'elicottero...poi ci occuperemo degli altri...»



OOC: Quella porta come può essere chiusa? Ha un chiavistello? è necessaria una chiave?? Ho immaginato che fosse una piccola struttura con il tetto libero dai mostri quella dalla quale escono i mostri...quindi il tetto dovrebbe essere rialzato rispetto al terrazzo dove ci sta la pompa...in caso contrario dimmelo che modifico il post.
Che mezzi ci sono sull'elicottero o sul tetto che possano sbarrare la porta?? Aste? Bastoni?? Dimmi tu!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zaffira



Registrato: 28/07/06 12:45
Messaggi: 172
Residenza: Reggio Emilia

MessaggioInviato: 10/06/2007 23:40    Oggetto: Rispondi citando

Alle parole di Leon, Gender diede un'occhiata rapida alla porta emetti-mostri.Ritornò rapida sulla spia memorizzando i due maniglioni rossi antipanico interni alla struttura.
Sicuro Leon per quanto forte non avrebbe sopportato a lungo la pressione di un' esercito di quei cosi.
«Don, tieni tu d'occhio la spia e dillo subito se vedi variazioni!» la sua indole da maestrina usciva soprattutto nei momenti di tensione e quando non fidarsi a volte era meglio.
« Leon ho un'idea per la porta, se tu non ne hai di meglio!» gridò nel microfono.
Si buttò a capofitto nella sacca che aveva con sè e ne trasse il filo per stendere la biancheria. Prese ad armeggiare srotolando il filo e ripiegandolo per avere una matassa di circa mezzo metro ( circa il doppio della distanza che le sembrava potessero avere i due maniglioni esterni), cui fece il nodo alle due estremità per avere due cappi.
Ad uno dei due cappi agganciò uno dei moschettoni più grandi tra quelli che aveva preso. Cercò di lavorare in fretta, dando ogni tanto un' occhiata alla spia. Diciamo che in tutto ci mise due minuti d'orologio, compresa la verifica della "tenuta" dell'aggeggio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 13/06/2007 14:39    Oggetto: Rispondi citando

«D'accordo» Rick urlò per sovrastare il frastuono, rispondendo a Leon «Ma sarà meglio fare in fretta, non possiamo rimanere in aria per molto ancora»
Chiuse il portello e si diresse verso i comandi, lasciando il fucile -a cui aveva tolto il caricatore- in mano a Don.
Si era appena seduto al posto di comando quando le parole di Gender lo fecero esitare «Qualsiasi cosa sia, falla in fretta, altimenti una volta che Leon ha chiuso la porta da sopra, ci appoggio il muso dell'elicottero per tenerla chiusa...»
Cercava invano di allontanare l'immagine di Colin: avrebbe voluto sparargli pur di non vederlo trascinarsi insieme a quegli esseri spaventosi...
Si chiese se Leon avesse notato la divisa da pilota e capito la situazione, senza però riuscire a districare le sue emozioni per capire se augurarselo o no.
Top
Profilo Invia messaggio privato
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 13/06/2007 17:06    Oggetto: Rispondi citando

OOC: quanti mostri so rimasti sul tetto??? Se riuscissi a chiudere la prota d'ingresso contro quanti dovrei vedermela la sotto da solo e con l'appoggio di Rick???

Rick potrebbe mettere l'elicottero di traverso di fronte la porta...io potrei uscire dal lato della porta smitragliare e chiuderla e rick potrebbe coprirmi le spalle sparando dal portellone.....con una raffica di mitra a distanza ravvicinata e coperto sui tre lati dall'elicottero dovrebbe riuscire a resistere finchè non torno utile io una volta chiusa la porta...ma questa è una sensazione che non posso avere con una semplice descrizione....Anderson il mio pg ritiene sia possibile???
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anderson
Admin


Registrato: 02/09/05 13:12
Messaggi: 346
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: 14/06/2007 23:04    Oggetto: Rispondi citando

La spia del carburante cominciò a lampeggiare in maniera ancora più insistente.
Quattro o cinque esseri erano già usciti dalla porta e si stavano avvicinando all'elicottero; uno di loro alzò un braccio per afferrare il pattino del Black Hawk, senza raggiungerlo. All'interno della grande porta, altri si stavano dirigendo lentamente ma decisamente verso l'esterno, e altri ancora continuavano a sbucare dalle scale e dalle porte che davano sul corridoio.

Nota 1: Gender sta ancora finendo il suo lavoro.
Nota 2: il piano di Leon potrebbe funzionare, ma è chiaro che se Rick sbaglia qualche colpo di troppo poi se li ritrova tutti addosso.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
laerte



Registrato: 28/07/06 19:50
Messaggi: 211

MessaggioInviato: 14/06/2007 23:44    Oggetto: Rispondi citando

Leon spiegò brevemente il suo piano a Rick a gran voce: «Allora che ne pensi??? Hai idee migliori???»

NDG: Cmq con un fucile mitragliatore come il nostro è difficile non riuscire a tenere a bada 4-5 esseri di dimensioni e peso umani....una sventagliata copre un'ampia zona (nel caso dovesse ritrovarseli vicino) e un colpo fa letteralmente volare indietro un uomo....quindi anche se non beccasse la testa il tempo ce lo avrebbe...cmq poi vediamo...non mi viene in mente nulla^__^
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dashie



Registrato: 27/09/05 10:55
Messaggi: 262
Residenza: Sasso Marconi's wastelands

MessaggioInviato: 18/06/2007 15:02    Oggetto: Rispondi citando

«Il tuo piano sembra buono, e onestamente non abbiamo il tempo per valutarne tutti i rischi... tentiamo, se la situazione dovesse cambiare, improvviseremo» rispose Rick «Siete pronti? siamo in ballo!» aggiunse, cominciando la manovra di avvicinamento ma tenendo sempre un occhio sulla spia...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> L'Alba dei Morti Viventi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 1 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi