giochi di narrazione sul web

 

Conferenza Planetaria per lo Sviluppo e la Ricerca

Venuta alla luce nel 2008 come organismo di autogoverno sovranazionale degli scienziati e dei ricercatori, con il fine di coordinarne la ricerca e condividerne le scoperte, si pone come obiettivo quello di portare beneficio a tutto il genere umano senza distinzioni di sorta. Con il passare degli anni e con la crisi che colpisce gli organismi di governo internazionale arriva ad avere un notevole peso politico, anticipando di qualche anno il fenomeno conosciuto come il "Crepuscolo delle Nazioni", acquistando sempre maggiore importanza grazie ad una presa di posizione forte dei suoi membri, che si pongono come fine quello di “guidare” le istituzioni internazionali per ottenere un governo migliore, svincolato dalle persistenti politiche autolesionistiche di contrapposizione tra blocchi di paesi poveri e paesi ricchi, e un accesso universale alle risorse e alla tecnologia.

Il Dott. Kabuto (a sin.) con alcuni dei suoi assistentiCon l’inizio della Guerra contro gli Invasori Xenomorfi, la Conferenza per lo Sviluppo e la Ricerca viene chiamata come mai prima di allora al ritorno al suo primo fine sitituzionale: la ricerca di soluzioni in grado di migliorare la vita umana. E` in un clima di assoluto panico per l’arrivo della guerra sul Pianeta Terra, per le conseguenze devastanti del bombardamento alieno e per l’incapacita` degli organi di governo di affrontare la situazione che nel 2021, con un ritardo di tre anni rispetto al fenomeno di desertificazione in atto, vede la luce il “Progetto Anubi”, brillantemente coordinato dal Dottor Kabuto, allora Presidente della Conferenza, che nel giro di 15 mesi portera` allo sviluppo di 4 prototipi, detti “Vasi Canopi”, che verranno collocati e testati nei punti maggiormente colpiti, e in alcuni anni sara` reso totalmente operativo e funzionante, tanto da venire in seguito usato per rendere minimamente abitabili gli ambienti spaziali come le Basi Orbitali collocate su asteroidi e satelliti.

La Sede terrestre della Conferenza Planetaria per lo Sviluppo e la RicercaDopo la Nascita della Federazione (avvenuta il 2 gennaio 5 A.d.F.) la Conferenza diverra` organo federale inquadrato nell’ordinamento militare e come tale sottoposto al controllo dell’Ammiragliato Federale cominciando a sviluppare progetti per il potenziamento della Flotta Stellare Federale, assumendo inoltre il controllo e la direzione delle Universita` Federali, di cui diviene l’organo di riferimento presso il Governo Federale.

E` circa nel 20esimo anniversario della Federazione che per un colpo di fortuna viene recuperato il relitto della nave aliena Styges, e iniziano gli studi su nuove armi dall’alto potenziale distruttivo, studi che verranno portati a termine purtroppo solo dopo molti anni e con la tragica perdita di numerosi valenti scienziati e progettisti nella sperimentazione dei prototipi per l’intrinseca pericolosita` del materiale usato. Vengono cosi` create, nel 47 A.d.F., le "Armi Termitiche", ora dotazione standard degli Incrociatori Stellari Federali ma all’epoca armi ancora sperimentali, che consentiranno l’attuazione una controffensiva su larga scala contro gli Invasori Xenomorfi, consentendo alla Federazione di riprendere, nel 58 A.d.F, il Piano Federale per la Colonizzazione precedentemente interrotto a causa della minaccia aliena.

Con il perfezionamento delle Armi Termitiche e il loro passaggio dalla fase sperimentale alla piena fase operativa l’attenzione della Conferanza per la Ricerca e lo Sviluppo si sposta, per i progetti di piu` alta rilevanza militare, dalla progettazione di armi di “offesa attiva”, quali quelle insatallate sulle navi della flotta, a quelle di “offesa passiva” e di “difesa orbitale”, destinate cioe` a difendere le colonie da attacchi alieni a lunga gittata, attuati con il bombardamento su larga scala, e da tentativi di invasione vera e propria delle colonie. E` per questo motivo che viene alla luce, negli anni immediatamente successivi alla fondazione di nuove Colonie Federali, del Progetto Ginguiser di Difesa Orbitale, portato a termine con risultati soddisfacenti dal suo coordinatore, il Dottor Yumi, e che nell’intento del Governo Federale dovrebbe porre fine alla possibilita’ da parte degli alieni di poter colpire indisturbati le Colonie Federali dotandole di un sistema difensivo che possa garantirle fino al piu’ massiccio intervento della Flotta Federale.

(voce compilatata da MALPI)

 
xenomorfi/conferenza_planetaria_per_lo_sviluppo_e_la_ricerca.txt · Ultima modifica: 20/04/2005 04:16 da 130.136.4.86