giochi di narrazione sul web

 

Giochi olimpici federali o "Las-tournaments"

Originari dei pianeti classe “Forgia” i Las-Tournaments nascono dall’esigenza di contenere i moti violenti e antigovernativi che negli anni del Crepuscolo delle Nazioni hanno minacciato la stabilità produttiva ed economica dei governi Terrestri. Questi tornei, caratterizzati dall’estrema violenza delle competizioni, si svolgevano in arene artificiali, in genere complessi industriali in disuso, e si potrebbero paragonare ai giochi gladiatorii dell’antichità. I partecipanti, riuniti in squadre (note nache come “Gang”) avevano lo scopo di eliminare le squadre avversarie o “conquistare” un determinato obbiettivo per vincere la partita. Le armi in loro dotazione erano in genere depotenziate, ma spesso gli esiti di un colpo diretto erano comunque letali. In breve tempo il pubblico premiò tali spettacoli, arrivando persino alla fondazione di un sistema di “federazioni planetarie” dove le migliori squadre di un pianeta concorrevano contro quelle di altri pianeti, giungendo persino ad una diffusione (sia degli incontri veri e propri sia delle sole trasmissioni) su quasi tutti i pianeti umani, Terra compresa.

Successivamente vietati dalla Federazione, furono ben presto reintrodotti sotto la supervisione della Marina Federale, anche se con sostanziali modifiche: le armi, innanzi tutto, furono sostituite con dispositivi stordenti, e le squadre erano per lo più formate da Cadetti e Marines d'assalto, con lo scopo non troppo velato di propaganda all’arruolamento. A tutt’oggi i Las-Tournament sono diffusi ed apprezzati, specialmente in seguito ad un evento che ne consacrò la spettacolarità ed imprevedibilità. una delle armi dette "stordenti" in uso nei Giochi

Nel terzo anno della guerra, durante un gioco di “abbordaggio”, nei pressi del settore Helicon, dove i partecipanti, dovendo combattere contro dei droni, si trovavano ad essere armati con armi realmente funzionanti e a pieno potenziale, durante le fasi iniziali, l’avvistamento di un vascello Xenomorfo costrinse gli organizzatori a sospendere la partita, e comandò alle squadre parteciapanti di abbordare (questa volta per davvero) il vascello alieno. Tutto questo venne però ripreso dalle telecamere automatiche che avrebbero dovuto riprendere il normale svolgimento dei giochi.. L’esito fu spettacolare. Una vera battaglia, ripresa in diretta e coronata da una vittoria esaltante! In meno di cinque minuti i marines erano sul ponte di comando, innescando una reazione critica nel reattore dell’astronave, per poi ritirarsi con la stessa velocità con la quale erano arrivati. Ancora oggi, il logo dei giochi è preceduto dal breve filmato della nave, oggi nota come “ARCHON”, mentre esplode in una nube di frammenti di biometallo.

Pur senza raggiungere tali vette di spettacolarità, ma dato l’alto introito economico approtato dalla trasmissione di questi giochi, ogni quattro anni i Giochi Olimpici Federali vedono squadre addestrate e armate fronteggiarsi in rievocazioni di battaglie famose (la più classica ad esempio è quella di Minotaur-4) o in simulazioni strategiche. Tra i vincitori in genere vengono scelti coloro che saranno poi integrati nei Reparti Speciali o tra i marines d’assalto, a seconda delle loro specialità.

Scritta da Dashie il guerrafondaio, uccisore di mille Quakk, Shougun della Federazione e signore di Buku

che ovviamente ha assunto benzedrina sciolta nel cappuccino insieme ad una sana dose di puffi concentrati

se è per questo prima mi sono fatto pure di olocaina 3d poligonale prerenderizzata

 
xenomorfi/giochi_olimpici_federali_o_las-tournaments.txt · Ultima modifica: 15/04/2005 05:17 da 193.43.199.78