giochi di narrazione sul web

 

Ibridi Xenoumani

DNA alieno Una proprietà peculiare degli organismi Xenomorfi è la loro estrema capacità di adattamento all’ambiente tramite l’ibridazione con specie native. Come l’uomo infatti è stato in grado nella sua storia di adattarsi ad ogni tipo di ambiente ostile, terrestre e spaziale, tramite la cultura e la tecnologia, così gli Xenomorfi si sono potuti diffondere su moltissimi sistemi planetari creando numerose razze ibride grazie al loro naturale DNA ricombinante.

Questa capacità è stata sfruttata a fini bellici dagli Invasori Xenomorfi con la cosiddetta strategia degli Ibridi Xenoumani, ovvero la diffusione di ibridi umani-alieni su pianeti Coloniali al fine di creare il panico e destabilizzare le locali autorità federali.

L’attuazione di questa strategia da parte degli alieni a partire dagli anni 130 A.d.F. segna l’inizio della fase finale della guerra, e viene letta oggi come un chiaro segno dell’incapacità da parte degli Xenomorfi di proseguire il conflitto su basi puramente militari. La nuova strategia mirava a fomentare sentimenti anti-federali all’interno delle Colonie e a creare comunità di ibridi xenoumani pronte ad accettare la supremazia aliena. All’interno di questa strategia deve essere inquadrata anche la nascita dei Figli di Zeo, setta pseudo-religiosa apertamente schierata in favore del Nemico e composta in una percentuale ignota (ma si suppone rilevante) da Xenoumani.

Gli ibridi Xenoumani sono nella maggior parte dei casi ben distinguibili dagli esseri umani, a causa delle evidenti deformità fisiche e mentali; tuttavia in alcuni casi gli ibridi sono risultati sufficientemente credibili da potersi nascondere a lungo all’interno di città umane.

Alcuni di questi casi, amplificati dalla stampa scandalistica, hanno dato vita alla leggenda dei Doppelgänger Xenomorfi, secondo cui gli alieni sarebbero in grado di sostituire una persona con un suo “doppio” indistinguibile dall’originale. Il ministero della Scienza conferma che tali voci sono del tutto infondate e che gli ibridi Xenoumani non sono in grado di imitare persone specifiche. Il Ministero raccomanda, in caso di dubbio, di accompagnare il presunto “Doppelgänger” presso il più vicino presidio sanitario per un esame del sangue.

In seguito agli eventi che portarono alla distruzione di Tartarus, il pianeta nativo degli alieni Xenomorfi, le segnalazioni di ibridi Xenoumani sui mondi della Federazione sono diventate piuttosto rare e si suppone che la strategia dell’ibridazione sia stata definitivamente sconfitta.

(voce creata da Anderson)

 
xenomorfi/ibridi_xenoumani.txt · Ultima modifica: 13/04/2005 05:19 da 137.204.91.166